Trucchi e segreti in Cucina

La tavola – Apparecchiare per tanti ospiti

• Se avete un numero di ospiti che eccede i pezzi del vostro servizio di piatti, bicchieri, posate, unite pezzi di servizi diversi, accentuando volutamente l’effetto. Per esempio, mettete il piatto piano di un servizio e la fondina di un altro e alternate i bicchieri e le posate.
• Per dare comunque un filo conduttore alla vostra tavola “creativa”, potete utilizzare sottopiatti o tovaglioli di un unico colore.

 

Erbe aromatiche

Sminuzzarle e prepararle

 

Basilico

Non va mai tritato né tagliato ma spezzato con le mani immediatamente aggiunto alla preparazione senza prolungare la cottura, aItrimenti appassisce e si scurisce.

 

 

Erba cipollina

Si tagliuzza con le forbici, non con il coltello, che la schiaccerebbe facendole perdere buona parte dei succhi e dell’aroma.

Non va mai cotta ma aggiunta cruda fuori dal fuoco.

 

Rosmarino e timo

Per staccare le foglioline da un rametto, afferrate la cima con una mano e fate scorrere il pollice e l’indice dell’altra nel senso contrario alla crescita.

 

Spiedini – Evitare il sapore di bruciato

Se non volete che gli spiedini di legno brucino, teneteli immersi in acqua per 15 minuti prima di infilzare i pezzetti di carne.

AI posto dei comuni spiedini di  legno potete utilizzare rametti di rosmarino, piuttosto grossi e privati degli aghi.Per facilitare il lavoro, appuntite un’estremità con un coltellino .  Bagnate anche le foglie di alloro che si utilizzano per aromatizzare la carne: l’umidità impedisce loro di  bruciarsi a contatto con la griglia.

 

Fritto – Dorato e senza  odori

Per capire quando l’olio ha raggiunto la temperatura ideale per friggere, scaldatelo insieme a un pezzetto di pane bianco: quando il pane è di un colore biondo scuro  levatelo e tuffate immediatamente nella padella gli alimenti da cuocere.

Il pane, friggendo, “tinge” l’olio quel tanto che basta a conferire una bella doratura anche a piccoli pezzi di carne bianca o di pesce solo infarinati, che altrimenti risulterebbero “pallidi”.

Per evitare il formarsi di odori sgradevoli, unite all’olio messo a scaldare uno spicchio di mela con la buccia o un ciuffo di prezzemolo.

 

 

Puoi lasciare una risposta, o un trackback dal tuo sito.

Scrivi un Commento

Hosting by Xlogic